Derattizzazione: come si fa un lavoro ad opera d’arte

Eseguire un lavoro di derattizzazione perfetto è indispensabile per eliminare i roditori dalle abitazioni e dai luoghi di lavoro. Questi animali sono pericolosi per l’ambiente e la salute dell’uomo e agire con una disinfestazione adeguata è la soluzione migliore per non avere problemi e allontanarli definitivamente. Per eseguire un lavoro ad opera d’arte bisogna però affidarsi ai professionisti del settore che sono specializzati in interventi di derattizzazione.

Vediamo la derattizzazione come si fa per ottenere i risultati sperati.

tana di topo - Derattizzazione: come si fa un lavoro ad opera d’arte

Derattizzazione come si fa

corretta derattizzazione - Derattizzazione: come si fa un lavoro ad opera d’arte

Una corretta derattizzazione prevede due fasi ben distinte, quella di bonifica e quella di controllo. La prima comprende tutte quelle attività programmate da eseguire in un determinato tempo e che serve a liberare gli ambienti dagli infestanti. La seconda fase comprende attività di monitoraggio e verifiche che vengono svolte a tempo indeterminato, in modo da assicurare agli ambienti uno standard igienico costante.

Le attività che devono essere svolte in queste due fasi di derattizzazione prevedono dei passaggi importanti che devono essere rispettati per poter eseguire un lavoro ad opera d’arte. Per cominciare, è necessario fare un’ispezione dei luoghi da disinfestare, per studiare il territorio interessato dall’infestazione e capirne le cause e l’origine della stessa. Poi si passa alla identificazione dell’infestazione, fondamentale per il progetto di derattizzazione, in modo da intervenire in maniera specifica verso la specie da eliminare. Si tratta di un passo importante per agire in maniera mirata e concreta.

Un altro punto da non sottovalutare è l’esclusione, ovvero l’applicazione dei procedimenti idonei volti ad eliminare le vie d’accesso dall’esterno verso gli ambienti. Ovviamente, imprescindibile da tutti questi fattori è l’Igiene, da curare sempre e in profondità per evitare che i topi siano attratti da residui di cibo, spazzatura e altro.

Pianificazione degli interventi

In seguito ai punti appena descritti si passa alla parte organizzativa del piano da attuare per mettere in pratica gli interventi e raggiungere gli obiettivi prefissati. Le procedure che trovano maggior campo di applicazione e che sono estremamente efficaci sono l’adescamento alimentare e la cattura, ma in alcuni casi si può ricorrere all’utilizzo di fumiganti, repellenti, dissuasori ad ultrasuoni, onde elettromagnetiche e altre procedure da scegliere in base alla tipologia di infestazione.

https://www.dercam.it/services/la-derattizzazione/

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.
maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi